“Social e minori: la necessità del ‘giusto momento’. Le rotte più pericolose della navigazione in rete coinvolgono ormai legioni di bambini e preadolescenti. Le naturali fasi della crescita vengono alterate, velocizzate e modificate in una bulimia di immagini che non rispettano i tempi dell’età evolutiva”: sono, questi, il titolo ed il sommario di un mio articolo pubblicato nel nuovo numero del periodico “Il Telespettatore”, diretto da Maria Elisa Scarcello, edito da AIART Cittadini Mediali Onlus.

Nell’articolo mi sono collegato ad alcuni dei contenuti di “Social o dis-social?“ libro che, pubblicato da Funtasy Edizioni del Divertimente. continua ad essere al centro di attività didattiche ed educative promosse dalla scuola. Ho voluto dedicare attenzione alle tematiche della comunicazione per i minori, dell’esigenza di una nuova didattica sui social e del modo con cui i media si “occupano” degli “under 14”. L’articolo propone anche una riflessione sui recenti casi legati a Tik Tok e alla problematica dei limiti di età per l’accesso a web e servizi offerti online.

“Il Telespettatore”, in un box, segnala all’attenzione dei lettori questa guida “under 14”, che ha come sottotitolo: “Misura il tuo modo di stare (bene) nella rete”; anche in copertina le inconfondibili illustrazioni di Eleonora Moretti, che firma anche la grafica, molto innovativa. “Social o dis-social?”, anche in questi mesi, è proposto nelle scuole con dirette web in Did e Dad. Per contatti e notizie: info@funtasyeditrice.it

Il libro “Social o dis-social?” non è reperibile nel normale circuito delle librerie. E’ disponibile in esclusiva nel negozio online di Funtasy Editrice. Ecco il link:

SOCIAL O DIS-SOCIAL?

Roberto Alborghetti, giornalista e scrittore, è coordinatore editoriale di Funtasy Editrice.