OKAY!

I giorni della pandemia che il mondo sta vivendo sono come un vortice che ci trascina nell’abisso dell’ignoto, dell’oscurità e del dolore. Siamo tutti nel vortice. Questa è l’immagine che molte persone – anche io stesso – hanno sperimentato mentalmente, ma anche fisicamente. L’emergere di un virus terribile e sconosciuto ha lasciato la terra bruciata intorno a noi. Molte vite se ne sono andate nel silenzio, nella solitudine, nella lontananza degli affetti, anche di un abbraccio. Sentiamo tutti il ​​bisogno di recuperare forza, energia, immagini di vita. Per tornare alla vita di tutti i giorni, sicuramente cambiata (e cambiati?).

Da queste riflessioni è nato il progetto “Vorticism: Lockdown”. Mi sono tuffato nel vortice dei colori dei manifesti pubblicitari decomposti e corrotti, per disegnare qualcosa di nuovo, qualcosa che aprisse le ali della speranza. Un manifesto pubblicitario strappato e logoro, scaduto nel suo messaggio, è l’immagine di questi tempi travolti dalla…

View original post 219 altre parole