OKAY!

I giorni della pandemia che il mondo sta vivendo sono come un vortice che ci ha trascinati dentro l’abisso dell’incognito, dell’oscurità e del dolore. Nel vortice ci siamo tutti, nessuno escluso. E’ questa l’immagine che tanta gente – anche io stesso – ha vissuto mentalmente, ma anche fisicamente. L’emergenza provocata da un virus terribile e sconosciuto, ha lasciato attorno a noi terra bruciata. Tante vite se ne sono andate nel silenzio, nella solitudine, nella distanza degli affetti, perfino di un abbraccio. Sentiamo tutti la necessità di recuperare forze, energie, immagini di vita. E di tornare alla quotidianità, sicuramente cambiati.

Da questi pensieri è nato il progetto “Vorticism:Lockdown”. Mi sono tuffato nel vortice dei colori dei manifesti pubblicitari decomposti e corrotti, per trarre qualcosa di nuovo, qualcosa che aprisse le ali della speranza. Un manifesto pubblicitario strappato e logoro, scaduto nel suo messaggio, è l’immagine di…

View original post 179 altre parole