OKAY!

Cattivirus

IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO

Testo di Roberto Alborghetti – Illustrazioni di Eleonora Moretti

2A PUNTATA

Sono proprio cattivo. Anzi, cattivissimo. Infatti, mi chiamano Cattivirus. E faccio tanto male. Come sono nato? Non posso rispondere: se ve lo dicessi sarebbe anche facile distruggermi. So che gli scienziati mi stanno studiando, perché nessuno mi conosceva prima. La mia forma è rotonda. Attorno ho una “corona” di piccole palline che mi servono per poter entrare nelle cellule del corpo umano.

Ma prima di giungere alla cellula, devo riuscire ad entrare nelle persone, nel loro corpo, e combinare tanti guai per la loro salute. Ve l’ho detto: mi diverto così. Nessuno finora è riuscito a battermi. Mi basta poco per fare danni. È sufficiente che una persona non presti attenzione alla propria pulizia e ai suoi gesti. Essendo io piccolissimo ed invisibile, viaggio velocemente da un corpo all’altro.

Proprio…

View original post 364 altre parole