E il 2 marzo: incontro di presentazione ad Eat Valley Garfagnana, nel comune di Ghivizzano.

 

Nuove presentazioni per “A tavola con Papa Francesco / Il cibo nella vita di Jorge Mario Bergoglio” di Roberto AlborghettiLibri Mondadori . Il volume sarà infatti presentato a Montecatini Terme (Pistoia) e ad Eat Valley Garfagnana (Lucca). Cominciamo dalla nota località termale, dove il volume sarà proposto il 1° marzo 2019, in un doppio incontro con l’autore, Roberto Alborghetti. L’iniziativa è promossa da Terme di Montecatini e Comune di Montecatini Terme  nell’ambito della rassegna “Acqua in bocca (ma non troppo) – Incontri con gli Autori”. Ecco il programma:
1° MARZO 2019: Ore 11, Scuola superiore Istituto “Don Bosco”,Via Leoncavallo, 17. Partecipa il vescovo di Pescia, mons. Roberto Filippini. Coordina il giornalista Corrado Benzio.
1° MARZO 2019: Ore 17, Incontro-dibattito presso le Terme Excelsior. Conduce Corrado Benzio.
2 MARZO 2019, Ore 17, Eat Valley in Garfagnana, Comune di Ghivizzano (Lucca). Conduce Corrado Benzio.

Il volume sarà disponibile durante gli incontri, con dedica dell’autore.

Un libro che non è solo un racconto “gastronomico”, ma è una originale biografia su Papa Bergoglio, narrato sotto una luce diversa e inaspettata. “A tavola con Papa Francesco”, di Roberto Alborghetti, edito in Italia da Mondadori, è stato pubblicato in diverse nazioni del mondo ed è stato finalista al Premio Bancarella della Cucina 2018. Articolato in 206 pagine, copertina cartonata, con oltre 200 fotografie e 36 ricette inedite, è un documento per riflettere sulla storia e sul pontificato di Francesco, il Papa che fin dall’inizio stupisce tutti con quell’augurio che poi esprimerà sempre nei giorni di festa: ”Buon pranzo!”. Attraverso documenti, testimonianze, ricerche d’archivio e aneddoti curiosi, Roberto Alborghetti indaga il rapporto tra un Papa e il cibo, ricostruendo tappe e momenti che hanno via via scandito un’intera vita, a partire dalle stesse “radici” familiari, che affondano in terra piemontese.

La pubblicazione delinea un itinerario cronologico illustrando il rapporto di Bergoglio con il senso religioso del cibo: dall’educazione ricevuta in famiglia a Buenos Aires fino ai giorni nostri, passando per gli incontri conviviali in giro per il mondo e i pasti consumati nella sala da pranzo comune in Casa Santa Marta, luogo nel quale il Santo Padre vive e lavora per gran parte della sua giornata.

Le pagine raccontano della straordinaria esperienza che il giovane Bergoglio visse nei cinque anni di studio che lo portarono al diploma di chimico dell’alimentazione, titolo ottenuto anche attraverso un periodo di lavoro presso un laboratorio di analisi alimentari in Buenos Aires. E poi, anche da rettore gesuita e da arcivescovo, non disdegnava di mettersi ai fornelli e cucinare per i confratelli di passaggio o per persone che bussavano alla porta in cerca di cibo.

Anche da questi episodi nasceranno le sue riflessioni sull’importanza di un’alimentazione adeguata per tutti, di una distribuzione del cibo accessibile ai meno fortunati, dell’impegno contro lo spreco degli alimenti, perché il cibo buttato è sempre sottratto alla mensa di coloro che non hanno di che mangiare. Tutti temi, questi, che non mancheranno di essere trattati anche negli incontri di Montecatini Terme e di Eat Valley Garfagnana, rendendo  questi appuntamenti di grande attualità ed interesse.

Annunci